Bonus Ristrutturazioni 2018 su porte blindate e inferriate

base2 bonus ristrutturazioni2018
test mobile

Lorem ipsum CAMPO SEO

Bonus Ristrutturazioni 2018

su porte blindate e inferriate con Base 2 Serramenti

Fino al 31 dicembre 2018 è stato prorogato il bonus ristrutturazione a favore di proprietari di immobili, noto anche come Bonus Ristrutturazioni 2018 o Bonus Casa 2018. Si tratta di un'agevolazione fiscale che permette di ottenere una detrazione per le spese di ristrutturazione di un immobile che, ancora per quest’anno, è fissata al 50% per un massimo di € 96.000 di spese.

Dal 1° gennaio 2019, la detrazione per la ristrutturazione tornerà al 36% della spesa nel limite massimo di € 48.000.

Approfitta di questa ultima opportunità per effettuare i lavori di cui hai bisogno godendo del bonus casa 2018!

Richiedi un preventivo

Bonus Ristrutturazioni 2018 con Base 2 Serramenti

Da più di 30 anni, Base 2 Serramenti a Modena fornisce serramenti, porte e finestre per ogni tipologia abitativa, prodotti dai migliori marchi del made in Italy e assemblati secondo le migliori tecnologie disponibili.

Tra i prodotti trattati da Base 2 Serramenti che danno diritto alla detrazione per la ristrutturazione ci sono:

  • porte blindate, acquisto e installazione come interventi di prevenzione di atti illeciti
  • inferriate, acquisto e installazione come interventi di prevenzione di atti illeciti
  • vetrate, purché dotate di vetri di sicurezza

 

Chi può richiedere il Bonus Ristrutturazioni 2018?

Possono beneficiare del bonus ristrutturazione per i lavori svolti su un immobile:

  • il proprietario o il nudo proprietario
  • il titolare di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie)
  • l’inquilino o il comodatario
  • i soci di cooperative divise e indivise
  • i soci delle società semplici
  • gli imprenditori individuali, solo per gli immobili che non rientrano fra quelli strumentali o merce.

Hanno diritto alla detrazione, inoltre, purché sostengano le spese e siano intestatari di bonifici e fatture:

  • il familiare convivente del possessore o detentore dell’immobile oggetto dell’intervento (il coniuge, i parenti entro il terzo grado e gli affini entro il secondo grado) e il componente dell’unione civile
  • il coniuge separato assegnatario dell’immobile intestato all’altro coniuge
  • il convivente more uxorio, non proprietario dell’immobile oggetto degli interventi né titolare di un contratto di comodato, per le spese sostenute a partire dal 1° gennaio 2016.

 

Cosa occorre fare per godere del bonus ristrutturazione?

Per ottenere il Bonus ristrutturazioni 2018, basta inserire nella dichiarazione dei redditi i dati catastali identificativi dell'immobile e, se i lavori vengono effettuati dal detentore, gli estremi di registrazione dell'atto che ne costituisce titolo e gli altri dati richiesti per il controllo della detrazione.

Inoltre, occorre conservare ed esibire in caso di controllo degli uffici competenti la seguente documentazione:

  • abilitazioni amministrative per la tipologia di lavori da realizzare (concessione, autorizzazione o comunicazione di inizio lavori). Se queste abilitazioni non sono previste è sufficiente una dichiarazione sostitutiva, con indicata la data di inizio dei lavori, che attesta che gli interventi di ristrutturazione edilizia posti in essere rientrano tra quelli agevolabili;
  • domanda di accatastamento per gli immobili non ancora censiti;
  • ricevute di pagamento dell’IMU, se dovuta;
  • delibera assembleare di approvazione dell’esecuzione dei lavori e tabella millesimale di ripartizione delle spese per gli interventi riguardanti parti comuni di edifici residenziali;
  • in caso di lavori effettuati dal detentore dell’immobile, se diverso dai familiari conviventi, dichiarazione di consenso del possessore all'esecuzione dei lavori;
  • comunicazione preventiva contenente la data di inizio dei lavori da inviare all'Azienda Sanitaria Locale, se obbligatoria secondo le disposizioni in materia di sicurezza dei cantieri;
  • fatture e ricevute fiscali relative alle spese effettivamente sostenute;
  • ricevute dei bonifici di pagamento.

 

Modalità di pagamento

Per godere del Bonus Ristrutturazioni 2018, dovrai pagare tramite bonifico parlante, indicando nella causale:

  • la seguente norma: articolo 16-bis del Dpr 917/1986;
  • il codice fiscale del beneficiario;
  • il codice fiscale o la Partita Iva di chi esegue i lavori.

Scopri tutte le nostre soluzioni per Porte blindate

Perché sceglierci per Bonus Ristrutturazioni 2018 su porte blindate e inferriate?

Assortimento e rapidità

Ampio assortimento di porte blindate e vetrate pronta consegna e inferriate realizzate su misura in tempi rapidi!

Prezzi e promozioni

Proponiamo ciclicamente promozioni sui nostri prodotti, così puoi unire il risparmio fiscale a ulteriori sconti riservati ai nostri clienti!

Un servizio su misura

Il nostro punto di forza è incontrare le esigenze di ogni cliente e consigliare il prodotto più adatto a ogni soluzione abitativa.

Dichiaro di aver preso visione della privacy presente nel sito

loading

Hai bisogno di qualcosa di specifico?
Noi possiamo realizzarlo!

I nostri esperti sono a tua disposizione per valutare con te la soluzione migliore.

Chiamaci allo 059 21 88 69
Richiedi un preventivo